Comunicati stampa

15/1/2021

SI TORNA IN AULA, DAL 18 GENNAIO LEZIONI IN PRESENZA

DA LUNEDÌ SI RIPARTE CON GLI INSEGNAMENTI INDIVIDUALI. DAL 25 I CORSI DI INSIEME

Si torna in aula al Conservatorio di Avellino “Domenico Cimarosa”. La ripresa delle lezioni sarà attuata in due step: dal 18 gennaio riprenderanno le discipline ad insegnamento individuale, dal 25 quelle d’insieme. Insegnanti e studenti avranno comunque la facoltà di proseguire con la Dad.

Il presidente Luca Cipriano ed il direttore Maria Gabriella Della Sala, hanno firmato la disposizione per il ritorno in classe, tenuto conto di quanto previsto dal DPCM del 3 dicembre2020 che, ferme restando le attività che devono necessariamente svolgersi in presenza, stabilisce anche per gli Istituti di alta formazione musicale la predisposizione di piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari, in base all'andamento del quadro epidemiologico.

La ripresa delle lezioni in presenza sarà attuata gradualmente e seguendo lo stesso calendario del piano scolastico previsto dalla Regione Campania. Da lunedì 18 gennaio riprenderanno le discipline ad insegnamento individuale e potranno svolgersi anche i laboratori previsti per i corsi di tecnico del suono. Da lunedì 25 gennaio, invece, riprenderanno le lezioni in presenza per le discipline d’insieme e gli insegnamenti individuali relativi agli strumenti a fiato e al canto.

Con il ritorno in aula l’Istituto sarà aperto per l’attività didattica dalle ore 8.30 alle ore 19.00 da lunedì a venerdì, mentre il sabato dalle ore 8.30 alle 13.30. L’ingresso sarà consentito solo al personale docente e non docente e agli studenti che devono fare lezione, con accesso esclusivamente dall’ingresso principale.

Nel rispetto delle misure anti-Covid, il personale e gli studenti saranno tenuti alla misurazione obbligatoria della temperatura con termoscanner, all’uso dei dispositivi di protezione individuale e a seguire i percorsi di entrata ed uscita, vigilati, posti all’interno dell’Istituto.

07/1/2021

AL VIA LA COLLABORAZIONE CON LA FONDAZIONE DE CHIARA-DE MAIO

L’OBIETTIVO È CREARE UN PONTE TRA ARTE E MUSICA PER RILANCIARE LA CULTURA SUL TERRITORIO

Il Conservatorio di Avellino “D. Cimarosa”, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Maria Gabriella Della Sala, ha sottoscritto una collaborazione con la Fondazione De Chiara-Di Maio.
La Fondazione è nata nel 2019 dal desiderio del presidente Diodato De Maio di celebrare la memoria dei propri genitori Giuseppina e Michele attraverso l’arte, in tutte le sue forme. La mission della Fondazione De Chiara-De Maio è quella di confrontarsi, progettare e realizzare iniziative culturali. Di qui la decisione del direttore Maria Gabriella Della Sala, che ha accolto con soddisfazione la richiesta di collaborazione, poi approvata e ratificata nell’ultimo Consiglio Accademico.
Come più volte sottolineato dal presidente Diodato De Maio, obiettivo della Fondazione è la valorizzazione del patrimonio artistico e territoriale, oltre ad essere incubatore di idee operando in sinergia con amministrazioni locali, associazioni, operatori culturali e Istituti di Alta Formazione, sicuri dell’idea che con la cultura si possa creare crescita e benessere a beneficio dell’intero territorio.
Soddisfazione è stata espressa dal presidente del Conservatorio, Luca Cipriano, e dal direttore Maria Gabriella Della Sala: «Accogliamo con piacere questa collaborazione che è nata con la Fondazione De Chiara-De Maio e che consente di creare un ponte tra arte e musica. L’obiettivo è quello anche di ripensare e rilanciare la cultura in questo particolare momento che stiamo vivendo. D’altro canto anche la musica, che esprime sentimenti e passioni attraverso i suoi, è una forma d’arte».

22/12/2020

CONSERVATORIO: ERASMUS+, RIPARTONO LE ISCRIZIONI

FESTIVITÀ NATALIZIE, L’ISTITUTO RESTERÀ CHIUSO IL 24 E 31 DICEMBRE E IL 5 GENNAIO

Il Conservatorio di Avellino “D. Cimarosa”, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Maria Gabriella Della Sala, ha riaperto le iscrizioni per il progetto Erasmus+.
Si tratta del programma di mobilità studentesca dell'Unione europea, che offre la possibilità a uno studente europeo di effettuare in un Istituto straniero un periodo di studio legalmente riconosciuto dalla propria università, per un periodo di tempo che va dai 3 ai 12 mesi.

Grazie ai numerosi accordi bilaterali siglati dal Conservatorio di Avellino e grazie anche al progetto «Turandot», ogni anno il “Cimarosa” ospita tra i 60 e gli 80 alunni, che scelgono Avellino per il canto lirico e lo studio del pianoforte.

Gli interessati potranno presentare la propria candidatura all’Ufficio protocollo inviando una mail all’indirizzo ufficioprotocollo@cosnervatoriocimarosa.org utilizzando la modulistica presente sul sito internet del Conservatorio Cimarosa di Avellino, entro il 15 gennaio 2021. La graduatoria sarà, poi, resa nota entro il giorno 31 dello stesso mese.

Intanto, in occasione delle festività natalizie, l’Istituto resterà chiuso al pubblico nelle giornate del 24/12/2020, 31/12/2020 e 05/01/2021.

16/12/2020

CONSERVATORIO: NEL SECONDO SEMESTRE 2020 80MILA LE CONNESSIONI PER LA DAD

SI PUNTA A GENNAIO PER UNA GRADUALE RIPRESA DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE IN PRESENZA
 

Quasi ottantamila connessioni nel secondo semestre accademico 2019/2020. È questo il numero più incisivo della didattica a distanza che sta vedendo impegnati docenti e alunni del Conservatorio di Avellino “D. Cimarosa”, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Maria Gabriella Della Sala.

Nel totale sono stati circa 400 i corsi tenuti con la didattica a distanza e oltre 300 gli esami che si svolti online. Nel periodo tra marzo ed ottobre 2020 sono stati 120 i docenti del Conservatorio che sono stati impegnati con la DaD per tenere le lezioni ad oltre 800 studenti, che si sono collegati dall’altra parte del monitor, facendo registrare circa 80mila connessioni.

Nel rispetto delle misure anti-Covid la didattica a distanza continuerà fino alla pausa natalizia, mentre l’Istituto resterà aperto al pubblico per l’accesso alla segreteria didattica (nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 11 alle 12) e per l’accesso alla biblioteca (lunedì e mercoledì dalle 11.30 alle 16.30). Resta confermato lo smart working al 50% per gli uffici amministrativi.